Visita alla University of California – San Diego Campus

Energy efficient building
Energy efficient building

San Diego, USA. Il campus dell’Università di San Diego ospita fino a 40.000 persone tra studenti, personale, riecercatori e docenti. Occupa un’area di 460 ettari. Nel corso degli ultimi anni ha costruito una rete elettrica indipendente – tecnicamente una “Micro-Grid“. La capacità di generazione è di 42 MW, necessari a coprire il 95% del fabbisogno energetico del campus.

La generazione proviene per 2,8 MW da una centrale a turbogas alimentata da bio-metano proveniente da una discarica, per 1 MW da un sistema di celle a combustibile ad idrogeno, per alcune centinaia di kW da impianti fotovoltaici fissi e ad asse variabile e per la parte rimanente da una centrale turbogas a gas naturale (LNG).

Sono presenti generatori diesel di back-up ed un sistema generale di accumulo con batterie Li-Hi con due ore di autonomia al 100% dei carichi critici.

La Micro-Grid è connessa alla rete pubblica, ma può essere disposta in funzionamento ad isola in pochi secondi. L’interfaccia di rete è dotata di condensatori per il rifasamento della corrente ed il sostegno della tensione di rete. Infatti, durante un grave black-out avvenuto nel 2009 nel Sud della California a seguito di incendi, la rete del campus è intervenuta disattivando i propri carichi ed alimentando per diverse ore i servizi essenziali della rete pubblica.

I costi? La Micro Grid genera energia a of 8$c/kWh durante il giorno  – quando è considerato il full cost del fotovoltaico – e ad un (incredibilmente basso) costo di 2,5 $c durante la notte, quando l’energia è generata esclusivamente dal biogas e dal gas naturale. Valori  da confrontare con il prezzo praticato dal distributore pari a circa 12 $c/kWh [Fonte: Univ. of california – San Diego].

Ancora più interessante la parte che ancora non si vede: un centinaio di postazioni di ricarica di auto elettriche, sistemi smart di bilanciamento dei carichi e sfruttamento dei sistemi di accumulo per massimizzare l’autoconsumo, smart meter per il microcontrollo delle utenze.

Anche per gli edifici sono adottati design e tecnologie di risparmio: case passive, acqua calda da pannelli solari, energia da fotovoltaico e batterie. Certo, 300 giorni di sole all’anno aiutano..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...