“Destinazione Italia”: taglio del prezzo dell’energia per le rinnovabili

parlamento_italianoTagliata la remunerazione dell’energia da fonti rinnovabili dal decreto “Destinazione Italia”. Con la Legge di conversione 21 febbraio 2014 n. 9 (art. 1 comma 2) è confermata la riduzione del prezzo dell’energia immessa in rete da fonti rinnovabili dal regime di minimo garantito (circa 9 cent di euro) al regime di prezzi medi orari (variabile tra 2 e 6 cent a seconda delle zone geografiche – al Nord è stato tra 3 e 5 nei primi mesi del 2014 – vedi pagina sito GSE). La modifica non riguarda gli impianti fotovoltaici sotto i 100 kW e l’idroelettrico sotto i 500 kW di potenza; [in compenso, per questi ultimi, il nuovo prezzo minimo garantito passa da 0,76 cent di euro a 0,38, come stabilito dalla delibera dell’Autorità 618/2013/R/efr del 19-12-2013, pari ad un taglio di circa 40 €/MWh].

Tra le altre norme cntenute nel decreto, sanzioni pesantissime per inquilini e proprietari che omettono la certificazione energetica (art. 1 comma 7). [ndr: una formalità inutile, eseguita secondo norme obsolete e soprattutto senza alcuno scopo di informare su possibili azioni per promuovere il risparmio energetico].

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...