Impianti fotovoltaici e prevenzione incendi

rooftop-solar-fireImpianti fotovoltaici e prevenzione incendi: aggiornamenti e consigli pratici a seguito di verifiche dei Vigili del Fuoco ad impianti fotovoltaici.

Una recente ispezione dei VV.FF. presso un’azienda ospitante un impianto fotovoltaico in copertura, ha evidenziato i limiti della normativa del Ministero degli Interni – Comando di Vigili del Fuoco. Anzichè emettere un testo unico con norme e schemi costruttivi tipici, il Ministero ha emanato una serie di circolari contenenti con riferimenti a norma obsolete (es. CEI 64-8).

Alla pagina del sito dei Vigili del Fuoco, l’unico riferimento al fotovoltaico è la Nota 1324 del 07/02/12. La nota richiama una “Guida all’installazione di impianti fotovoltaici”, mentre il riferimento più recente sull’argomento è un “chiarimento” del Ministero degli Interni (rif. 0012678 del 28/10/14). Purtroppo entrambe le note sono inutili dal lato pratico.

L’assenza di un testo unico ha generato interpretazioni dei Comandi Provinciali dei VV.FF., con l’intento di colmare le lacune. Il documento dei VV.FF. della Provincia di Ascoli Piceno, elenca indicazioni sulle modalità di installazione dei dispositivi di protezione e cita restrizioni sul posizionamento dei pannelli e degli inverter.

In sintesi le regole principali per la prevenzione incendi si possono riassumere in:

  • i moduli devono avere un livello di isolamento in Classe II – come lo sono ormai tutti
  • i moduli non devono presentare interferenze con il sistema di ventilazione dei prodotti della combustione: ostruzione parziale/totale di traslucidi, impedimenti apertura evacuatori;
  • i moduli non devono essere di ostacolo alle operazioni di raffreddamento/estinzione di tetti combustibili;
  • deve essere presente un pulsante di emergenza all’esterno della cabina elettrica (o del locale inverter) per l’apertura del circuito AC ed un segnale di presenza di impianto fotovoltaico sulla copertura.

Alla luce del D.M. 81/08 il responsabile della valutazione dei rischi (incluso il rischio fulminazione) dovrà prendere in esame ai fini della valutazione anche le linee elettriche e provenienti dall’impianto fotovoltaico, in ingresso nell’unità produttiva.

Ricordiamo che i pannelli sul mercato hanno per la maggior parte una resistenza al fuoco in classe 1 (norma UNI 9177) e richiedono pertanto l’installazione su coperture con interposizione di uno strato di materiale con resistenza al fuoco, come già indicato in un post precedente.
Marco Bonvini

Informazioni su Marco Bonvini

Renewable energy entrepreneur. Marco Bonvini
Questa voce è stata pubblicata in Leggi e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...