finanziamento-risparmio-energetico

Come affrontare interventi di risparmio energetico con logica finanziaria

Risparmiare energia è un’azione ormai irrinunciabile per motivi economici e di contributo alla riduzione dell’inquinamento atmosferico.

Per sfruttare al meglio i fondi a disposizione è utile affrontare gli interventi impiantistici con logica finanziaria e di analisi degli investimenti.

Proviamo di seguito ad esporre i passi logici con un esempio pratico reale.

Una nuova casa, ma … dispendiosa

Anna e Carlo hanno appena acquistato una villetta di 120 m2 costruita negli anni ’80.  L’involucro è in mattoni pieni doppi. Il riscaldamento è distribuito da radiatori con acqua ad alta temperatura alimentati da una caldaia a gas. Il proprietario precedente spendeva 4.500 Euro all’anno di gas e 1.500 di energia elettrica. E in casa faceva comunque freddo. Per Anna e Carlo 6.000 Euro di spesa energetica sono troppi.

Decidono di contattare un’impresa specializzata nell’efficienza energetica.

1. Diagnosi energetica dell’edificio

Il primo passo è la fotografia energetica: il grado di isolamento dell’edificio e l’analisi delle dispersioni termiche. La diagnosi è effettuata da un termotecnico. Il risultato della diagnosi è un dato sintetico con la classe di prestazione energetica e un elenco di interventi suggeriti per il miglioramento.

E’ bene affidarsi ad un tecnico di esperienza, che comprenda le esigenze degli abitanti, le abitudini di consumo ed offra soluzioni “scalabili” nel tempo.

Il tecnico dichiara che la casa è in classe G e suggerisce una serie di interventi per portarla almeno in classe B:

  1. isolamento del tetto
  2. cappotto termico
  3. sostituzione dei serramenti
  4. sostituzione dei radiatori con distribuzione a pavimento in bassa temperatura
  5. sostituzione della caldaia a gas con una pompa di calore
  6. impianto fotovoltaico da 6 kW con regolatore di resistenza immersa

2. L’analisi economica delle soluzioni impiantistiche

L’impresa convoca una riunione con i proprietari ed il termotecnico. Lo scopo è individuare:

“la soluzione compatibile con la capacità di investimento dei clienti”

Durante la riunione si stimano i benefici economici ottenibili dai vari interventi. Sono stime—non calcoli analitici—ma sono utili a stabilire la priorità degli interventi.

Successivamente l’impresa propone i preventivi ai proprietari, insieme all’analisi finanziaria dell’investimento:

finanziamento-risparmio-energetico
(Solar Farm Srl | © 2007-2017)

Purtroppo Anna e Carlo hanno già contratto un mutuo importante e non possono sostenere una spesa di quasi 70.000 Euro. Hanno a disposizione fondi per circa la metà: 30.000 Euro.

Lavorare in team col cliente

L’impresa e il termotecnico suggeriscono di procedere per priorità, mettendo in cantiere le spese ad alta priorità/beneficio e rimandando le altre—necessarie ma non indispensabili per raggiungere una classe energetica alta.

finanziamento-risparmio-energetico
(Solar Farm Srl | © 2007-2017)

 

Le opere civili – cappotto, impianto di distribuzione calore a pavimento – vanno eseguite prima di ogni altro intervento e non sono modificabili una volta effettuata la scelta impiantistica.

Invece, la pompa di calore e l’impianto fotovoltaico, gli split per il raffrescamento estivo possono essere rimandati agli anni successivi. Nel frattempo il riscaldamento può essere affidato ad una nuova caldaia a gas più efficiente, anche se di basso costo.

L’impresa suggerisce un impianto radiante a secco a bassa inerzia, con due vantaggi:

[1] d’inverno l’attivazione del confort avviene in breve tempo e si può tenere spento durante l’assenza di persone;

[2] d’estate il circuito può essere percorso da acqua fredda (18-20°). Con la casa ben isolata, e la massa del doppio mattone, il raffrescamento ad aria si può evitare risparmiando così sugli split e sull’energia per raffrescare l’acqua a 6° anzichè a 18-20°.

L’impresa invita Anna e Carlo a visitare la casa di un cliente.

Inoltre, anzichè i termoarredi che piacciono tanto ad Anna, ma che richiedono un doppio circuito di riscaldamento, l’impresa suggerisce una soluzione con un circuito a parete da allestire nelle zone intorno alla doccia e dove si appendono gli accappatoi. L’investimento è inferiore, il costo di gestione anche—dato che il circuito è lo stesso del pavimento.

La spesa si riduce a 44.700 Euro.

Ma è comunque troppo alta da sostenere subito.

3. La soluzione finanziaria

Anna e Carlo si riservano di riflettere, sentono altri pareri e confrontano preventivi di altre imprese. Decidono poi di incontrare l’impresa per una trattativa finale.

L’impresa offre ai giovani di finanziare il 30% della spesa tramite una Società finanziaria partner dell’impresa, specializzata nel credito per rinnovabili e interventi di risparmio energetico. La Società opera con imprese qualificate, dispone di una lista di fornitori che offrono garanzie di prodotto e affidabilità di brand ed è in grado di valutare la sostenibilità economica del progetto e di tutta la filiera delle garanzie.

finanziamento-risparmio-energetico
(Solar Farm Srl | © 2007-2017)

La Società basa l’investimento sulla catena di garanzie progetto-impresa-fornitore e propone ai giovani un mutuo chirografario con la rata più adatta all’investimento:

finanziamento-risparmio-energetico
(Solar Farm Srl | © 2007-2017)

Le rate totali annue sono inferiori al risparmio energetico derivante dall’investimento.

Il finanziamento è quindi sostenibile, senza gravami di ipoteche o altre garanzie reali.

 

 

Anna e Carlo hanno risolto il problema!

La spesa da affrontare subito è di 30.240 Euro, meno della metà dell’importo iniziale a preventivo. Possono investire nel risparmio energetico con una soluzione moderna e confortevole.

Inoltre l’immobile acquista valore rispetto al prezzo di acquisto ed aumenta il valore della garanzia offribile in cambio di ulteriori finanziamenti bancari.

Riferimenti

Pannelli radianti a secco a bassa inerzia » qui la soluzione Isodomus

Pannelli radianti a umido con inerzia » qui la soluzione Isodomus

Il sito di Solar Farm » qui per informazioni e preventivi

L’inizativa Parma Progetto Energia (per interventi nella cità di Parma) » qui

 

 

 

 

2 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...