fotovoltaico e Superbonus: attenzione alla verifica prezzi!

Ai fini della determinazione dei limiti monetari per gli interventi nel senso comune si considerano i massimali riportati nella Guida al Superbonus dell’Agenzia delle Entrate (luglio 2020).

In generale i massimali della Tabella 4 della Guida sono indicati come unico riferimento sia per gli interventi “trainanti” – isolamento, caldaie, sistemi centralizzati di riscaldamento – che per gli interventi “trainati” – impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo.

Ciò è errato. Successivamente alla pubblicaizone della Guida, il decreto attuativo “Requisiti minimi” (5 ottobre 2020) specifica (Art. 13 Limiti delle agevolazioni) che i limiti economici ai quali deve fare riferimento il tecnico asseveratore, sono da ricavare dai prezziari regionali oppure da determinare con metodo analitico.

Solo in caso di mancanza di riferimenti nel prezziario, il tecnico può utilizzare [indicato in neretto nel Decreto] i massimali del Decreto Superbonus riportati dalla Guida dell’Agenzia delle Entrate.

Analizzando, per esempio, il prezziario opere edili completo dell’Emilia-Romagna si osserva che le voci dei componenti di un impianto fotovoltaico sono obsolete o assenti. Ad esempio:

  • per i moduli monocristallini sono indicati modelli fino ad un massimo di 260 Wp
  • mancano gli ottimizzatori di potenza
  • mancano le voci dei cavi tipo solar, gli scaricatori di tensione
  • per le batterie sono indicati solo modelli al Piombo e mancano i sistemi integrati

Anche per impianti di riscaldamento mancano voci essenziali nei progetti di riqualificazione:

  • pompe di calore, sia per riscaldamento che per produzione ACS
  • sistemi ibridi PDC caldaia a condensazione

La verifica di conguità tra prezzi delle opere a consuntivo e limiti monetari deve essere allegata all’asseverazione rilasciata dal tecnico. E si può essere sicuri che in caso di controllo da parte dell’Agenzia delle Entrate la congruità dei prezzi di offerta con i limiti monetari sia uno dei primi obiettivi.

Il cliente dovrà prestare attenzione al contenuto dell’asseverazione, soprattutto in caso di cessione del credito a banche o assicurazioni.

Riferimenti

Per preventivi e maggiori informazioni » qui

Guida Agenzia Entrate al Superbonus 110% » qui

Decreto “requisiti minimi” » qui

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...